Confintesa Firenze. Aspre mediazioni con la Cooperativa IL SOLE, concluse con un pugno di mosche

Un atteggiamento imperdonabile quello assunto dalla Cooperativa IL SOLE di Firenze che decide per un licenziamento per Antonella Militello, dopo un lungo periodo di malattia in quanto considerata non idonea per le sue mansioni specifiche.

Confintesa iniziò a occuparsi della vicenda da marzo scorso attraverso una serie di incontri con il rappresentante dell’Azienda durante i quali vennero suggerite soluzioni proponendo anche l’inquadramento a mansioni alternative che rimasero inascoltate.

L’epilogo della vicenda arriva il 25 maggio con un grave provvedimento che comporta il licenziamento della suddetta dipendente nonostante fossero ancora aperte le trattative con il sindacato. “Stavo bene, ho dato tutta me stessa a questo lavoro. Non posso più svolgere la mia mansione, la cooperativa non ha trovato nulla da farmi fare e mi manda via. Ero disposta a cambiare mansione, da parte mia non c’erano assolutamente problemi avrei accettato anche un demansionamento pur di lavorare“, spiega la lavoratrice fiorentina che è dipendente e socia della cooperativa da ben 17 anni. A prendere una posizione solidale è il Segretario Generale di Confintesa Firenze, Vincenzo Ciccone che esprime tutto il suo dissenso: “Nel licenziare Antonella Militello, alla quale va tutta la solidarietà personale e di Confintesa, la cooperativa IL SOLE FIRENZE ha dimostrato di non tener conto non solo delle basi più elementari dei diritti dei lavoratori, ma neppure dell’aspetto umano.  Ci auguriamo che la Cooperativa ritorni sui suoi passi e si sforzi di trovare una soluzione adeguata alle attuali condizioni fisiche della lavoratrice, dal momento che crediamo di trovarci davanti ad un comportamento discriminatorio”.

Recommended For You

About the Author: Martina Boccalini

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: