Confintesa, ricevuta dal Sottosegretario al Lavoro chiede la separazione tra previdenza e assistenza.

Si è tenuta questa mattina una riunione presso il Ministero del Lavoro presieduta dal Sottosegretario Onorevole Claudio Durigon che ha voluto aprire un confronto con le Organizzazioni Sindacali riguardante il Decreto 4/2019 recante il famoso provvedimento di anticipo pensionistico definito “quota 100”. Confintesa ha evidenziato al Sottosegretario il fatto che il decreto, oggetto della riunione, rappresenta un primo passo verso lo smantellamento della Legge Fornero ma non può definirsi come riformatore sia perché la possibilità di andare in pensione con 62 anni di età e 38 di contributi è vincolata solo a tre anni sia perché non risolve alcuni danni provocati dalla riforma Fornero soprattutto in ordine al problema dei sei mila esodati, non rientranti nelle otto salvaguardie,  e ancora senza lavoro e senza pensione che, sulla base di quanto dispone l’articolo 14 comma 9 del decreto 4/2019 vengono esclusi dal beneficio di quota 100.

Relativamente al grande numero di domande presentato da dipendenti pubblici Confintesa ha manifestato al rappresentante del Governo le perplessità in ordine ai buchi contributivi che molti dipendenti pubblici si sono ritrovati nel passaggio delle loro posizioni contributive dall’Inpdap all’Inps e che rischiano di penalizzare i pensionandi pubblici. Confintesa ha, inoltre, espresso i propri dubbi rispetto alle dichiarazioni degli esponenti di Governo in relazione al fatto che per ogni dipendente pubblico che andrà in pensione ne verrà assunto un altro. Questo non sarà possibile prima di almeno 18 mesi stante il blocco delle assunzioni nella pubblica amministrazione che Confintesa ha chiesto al Governo di eliminare. Confintesa, infine, ha sollecitato al Sottosegretario la necessità, non più procrastinabile, della separazione delle competenze di previdenza e di assistenza oltre a forme di incentivazione, per le imprese che assumono giovani, al fine di allargare la platea dei contribuenti dell’Inps.  Il sottosegretario Durigon ha dimostrato interesse per le proposte emerse dal tavolo di confronto assicurando l’interessamento del Governo e la riconvocazione del tavolo su altre tematiche sociali.

Recommended For You

About the Author: Manuela Teti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: