La tutela della dignità dei marittimi passa per i Contratti Collettivi

“L’Intervista di Vincenzo Onorato (armatore di Moby) apparsa oggi sul Tempo è pienamente condivisa da Confintesa.” Lo dichiara Francesco Prudenzano, Segretario Generale di Confintesa. “Ad Onorato vogliamo ricordare che Confintesa è stata l’unica Confederazione a scendere in piazza accanto ai 1500 marittimi che sfilarono in corteo a Torre del Greco.”

“Riconosciamo ad Onorato la sua autodefinizione di armatore eretico, ma invitiamo il patron della Moby ad andare fino in fondo nell’eresia. Se –come lui afferma – la triplice si è venduta per un accordo, allora Onorato abbia il coraggio di siglare un contratto collettivo solo con le organizzazioni sindacali che difendono la dignità dei marittimi italiani. Al Governo, conclude Prudenzano, chiediamo solo di togliere i benefici fiscali agli armatori che imbarcano extracomunitari. Questa è l’unica strada percorribile per far ritrovare dignità ai lavoratori del mare.”

Recommended For You

About the Author: Manuela Teti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: