Sammarro ( Confintesa LC): è ora di ridare la giusta dignità lavorativa al personale Ata

E’ ora di dire basta, si continua a far finta di nulla, ormai da troppo tempo. Le segreterie delle scuole sono al collasso, e il personale è distrutto. Si lavora con organici sottodimensionati, e il personale assente non può essere sostituito”.

Afferma con forza il Segretario Generale di Confintesa Lavoratori della Conoscenza, Adele Sammarro in merito alle irragionevoli richieste lavorative rivolte al personale Ata. L’eccessivo impegno richiesto comporta una smisurata quantità di lavoro da parte degli impiegati che sono costretti a lavorare nei giorni festivi e, talvolta, anche di notte, senza avere ulteriori compensi.  “Ci ritroviamo in una situazione in cui le segreterie sono colme di lavoro- continua la Sammarro – senza contare che, ad oggi, al personale Ata vengono richieste competenze specifiche di cui non sono in possesso; buona parte del lavoro che essi svolgevano presso gli uffici scolastici territoriali, ora è stato assegnato alle segreterie che devono misurarsi con nuove competenze professionali ma anche con scadenze ravvicinate e piattaforme malfunzionanti. Anni di investimento sulla scuola, in poco tempo andati in fumo. Non è più possibile accettare questo comportamento, gli Ata non possono essere considerati come un personale “di bassa lega” perché sono loro il motore della scuola, quella figura indispensabile  che coordina  il buon andamento del sistema scolastico.   E’ necessario porre rimedio al più presto con misure alternative valide e adeguate. Poniamo fine alla politica dei tagli e la negazione dei diritti dei lavoratori, la cui dignità deve essere rispettata e non calpestata”. Conclude il Segretario Generale di Confintesa LC Sammarro.

Recommended For You

About the Author: Martina Boccalini

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: