400 nomine di Stato sono più importanti del lavoro che non c’è?

“Il 2020 si apre con gli stessi problemi dell’anno precedente e soprattutto con le grandi crisi aziendali, come Alitalia, Whirpool, Ilva, che aspettano una risposta e una soluzione per togliere dall’angoscia centinaia di migliaia di famiglie italiane”.  Lo dichiara Francesco Prudenzano Segretario Generale di Confintesa. “Purtroppo siamo costretti a subire la logica del potere che vede i partiti che sostengono il Governo litigare su tutto ma rimanere uniti quantomeno per sedersi al tavolo che stabilirà la spartizione delle 400 nomine di vertici di colossi pubblici, di CdA di piccole e grandi partecipate, Authority e agenzie fiscali che dovranno essere approvate tra marzo e aprile. Questo modus operandi – continua Prudenzano – è inaccettabile a fronte di una situazione divenuta socialmente insostenibile e che vede, inoltre, anche problematiche legate a crisi bancarie che mettono a rischio i risparmi dei cittadini. Il Governo – conclude Prudenzano – pensi al lavoro che non c’è e non alle poltrone per gli amici degli amici. Solo così si onora il mandato ricevuto dai cittadini”.

Recommended For You

About the Author: Lorenzo Perrone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.