Al Ministero della Giustizia i diritti dei lavoratori e le norme contrattuali vengono ignorati

Passano gli anni, le estati, i Direttori generali ma non le cattive abitudini, ed è così che è stato diffuso l’ennesimo provvedimento, che a nostro parere è illegittimo, che dispone la chiusura della DGSIA, dei CISIA e degli uffici informatici del Ministero della Giustizia obbligando i dipendenti a usufruire delle ferie dal 09 al 22 agosto senza alcuna possibilità di concordarle. Nel provvedimento si richiama anche il CCNL che il Direttore Generale Reggente ha violato palesemente applicando esclusivamente le norme in favore dell’Amministrazione, disapplicando le altre a tutela del personale.

“Incredibile ma vero – dichiara Claudia Ratti Segretario Generale di Confintesa F.P. -proprio nel Ministero dove la Giustizia dovrebbe essere la padrona di casa, si calpestano le norme contrattuali e i diritti dei dipendenti. Confintesa F.P. ha immediatamente chiesto all’Amministrazione chiedendo la revoca del provvedimento. Nonostante tutto Confintesa F.P. non si dice ottimista nell’accoglienza di tale richiesta in quanto chi ha scritto il provvedimento dovrebbe, di fatto, rimangiarselo e così ammettere di aver sbagliato. Un po’ di umiltà – conclude la sindacalista – non guasterebbe ma questi sono i rischi che si corrono quando si mischiano le professionalità, il principio della divisione dei poteri non è un’offesa perché nessuna categoria anche nell’amministrazione giudiziaria, finora, gode dell’onnipotenza.”

 

Potete seguirci anche sui nostri canali social:

Instagram: https://www.instagram.com/confintesa_nazionale/ –  Facebook: https://www.facebook.com/confintesaitalia   – Twitter: https://twitter.com/ConfintesaTweet– Youtube: https://www.youtube.com/c/ConfintesaSocial

 

Recommended For You

About the Author: Lorenzo

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.