Al MISE i pentastellati dovevano smontare il Palazzo invece se ne stanno facendo uno tutto su misura

Il Sindacato Confintesa FP denuncia lo stato di fermo e di depotenziamento del Ministero, il cui vertice politico o è assente o assume iniziative d’altri tempi.
A denunciarlo i due coordinatori Di Nardo e Marzocchi.
Il ministro Patuanelli è completamente fuori dalle vicende del suo dicastero – dichiarano i sindacalisti – non incontra i sindacati, non risponde alle richieste, ma ha firmato un decreto ministeriale con il quale ha assegnato alle c.d. “Attività Territoriali”circa 80 dipendenti sottraendoli dagli “Incentivi alle Imprese” senza peraltro aver previsto alcuna necessaria attività di formazione e, così, gli incentivi alle imprese perdono un importante pezzo. E se non bastasse – continuano i rappresentanti di Confintesa FP – Patuanelli ha dato mandato al Segretario Generale, Salvatore Barca, di assegnare tutti gli incarichi retribuiti, secondo la bozza del decreto consegnata alle OO.SS., attraverso dirigenti di riferimento e fiduciari del vertice politico. Ora – concludono i due sindacalisti – siamo in attesa di vedere come saranno assegnati gli incarichi dirigenziali. Il ministro e il segretario generale hanno messo da parte il recentissimo CCNL della Dirigenza, per seguire un DM del 2014, che conferisce più soggettività nella assunzione delle decisioni. Dovevano smontare il palazzo, ma ne stanno costruendo un altro su misura per le loro esigenze”.

Recommended For You

About the Author: Lorenzo Perrone

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.