All’Ospedale Ingrassia ultimo atto di una serie di aggressioni inaccettabili

Capiamo il dolore dei familiari per la perdita di un caro, ma resta inaccettabile ogni forma di violenza verso gli operatori della sanità, che essi siano medici, infermieri o facenti parte del personale amministrativo.” Lo dichiara il Segretario Provinciale di Confintesa UGS-Medici di Palermo, Renato Agugliaro, riguardo il caso di aggressione, dopo la morte di un’anziana donna, ai danni del medico di guardia all’Ospedale Ingrassia di Palermo, da parte dei parenti della donna.

 

“Confintesa UGS-Medici – continua Agugliaro – chiede provvedimenti urgenti per ridimensionare e debellare un fenomeno che va sempre più in crescendo e che ci fa capire come la gente abbia poca cognizione del lavoro di un sanitario, in questo caso un medico. Oltre a chiedere più sicurezza negli ospedali – conclude Agugliaro -chiediamo campagne di sensibilizzazione verso dei lavoratori, che con zelo ed abnegazione, ogni giorno si prodigano alla cura della salute di tutti noi”.

 

Recommended For You

About the Author: Manuela Teti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.