Confintesa a tutela dei lavoratori del food della stazione Termini di Roma

Grandi Stazioni, la Società del gruppo Ferrovie dello Stato, non intende rinnovare il contratto di affitto dei locali dei punti food, del gruppo Cremonini, con marchio Chef Express, McDonald’s, Mister Panino e Rosso pomodoro mettendo a rischio oltre 200 posti di lavoro.

“Il 30 settembre lo sfratto rischia di gettare in mezzo alla strada 200 lavoratori di pendenti da quei marchi che hanno fatto la storia del food della Stazione Termini”.

Lo dichiara Alfredo Magnifico Segretario generale di Confintesa Smart.

 

“Lo storico Buffet di Roma termini, custode delle Mura Aureliane – continua Magnifico – è da sempre un punto di riferimento dei viaggiatori che transitano per la stazione Termini e non è servito nemmeno il Decreto Rilancio Italia che sblocca gli sfratti a bloccare questa situazione”.

 

Roma Termini – conclude Magnifico – senza luci, senza la guardiania, senza il servizio professionale dei lavoratori piomberà nel buio e diventerà ricettacolo di spaccio, prostituzione e borseggio.

 

Confintesa Smart non chiama allo sciopero per responsabilità verso i viaggiatori ma invita le Istituzioni, la Sindaca Raggi, il Prefetto e il ministro dei Trasporti ad intervenire urgentemente affinché un pezzo di storia che offre lavoro a 200 romani non vada disperso creando ulteriori casi di degrado sociale in una zona, la stazione Termini, già tanto provata”.

Recommended For You

About the Author: Manuela Teti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.