Il Presidente Conte non vuole rimanere con il cerino in mano.

“Ieri pomeriggio gli italiani hanno avuto modo di ascoltare il Presidente del Consiglio che nella sua conferenza stampa insolita che non era tanto rivolta ai giornalisti ma ai suoi due vice Presidenti, Salvini e Di Maio che da settimane non fanno altro che rimbeccarsi a vicenda”. Lo dichiara il Segretario Generale di Confintesa Francesco Prudenzano commentando le parole del Presidente del Consiglio pronunciate ieri durante l’incontro con i giornalisti a Palazzo Chigi. “Giuseppe Conte ieri ha di, fatto, aperto una crisi di Governo che era latente e che, se non si chiariscono in tempi brevissimi i rapporti tra ciò che vuole la Lega e ciò che chiede il M5S, non potrà che avere come sbocco naturale il ritorno alle urne.

Il presidente Conte – continua Prudenzano – bene ha fatto a mettere le mani avanti e richiamare all’ordine i suoi vice per non restare lui con il cerino in mano ed essere accusato di non aver fatto tutto quello che era possibile per continuare l’azione di governo che ormai è ferma dai veti incrociati di Salvini e Di Maio. Confintesa, non ritenendo di essere ad una partita di calcio, non tifa per nessuno dei due contendenti ma richiama il Governo, come ha fatto all’indomani delle elezioni Europee, al rispetto dell’elettorato e delle promesse fatte. Non sarà facile – conclude Prudenzano – mettere d’accordo due posizioni e forse, dopo le dichiarazioni del Presidente della Camera Fico sul due giugno, anche tre idee di governo ma questo Giuseppe Conte lo sa benissimo e per non bruciarsi si è rivolto ai giornalisti e alla nazione per dirlo ai due leader delle forze che sostengono il governo. Gli statisti si riconoscono se antepongono gli interessi della Nazione agli interessi dei loro partiti. Staremo a vedere”.

Recommended For You

About the Author: Giorgia Delpin

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: