“Nella veste di Consigliere del CNEL in rappresentanza di Confintesa, non posso che esprimere la mia soddisfazione per la decisione del Presidente della 1° sezione del TAR del Lazio che ha, di fatto, rigettato la richiesta di alcune associazioni datoriali e di parte sindacale di una sospensiva cautelare del Decreto di nomina dei Consiglieri dell’XI° Consiliatura del CNEL.”

Lo dichiara Massimo Visconti, Presidente di Confintesa e componente dell’Assemblea del Consiglio Nazionale dell’Economia e del Lavoro in riferimento alla decisione del TAR di rigettare la richiesta di sospensiva cautelare proposta

Il Presidente della 1° sezione del TAR del Lazio  ha preso questa decisione ritenendo che le varie questioni, per la loro complessità, non potevano essere scrutinate in sede cautelare, annunciando che avrebbe fissato le udienze di merito entro il primo semestre dell’anno prossimo.

La decisione del TAR comporta il fatto che tutte le richieste di sospensiva sono state cancellate definitivamente dal ruolo e non saranno più discusse, lasciando quindi impregiudicato, valido ed efficace il rinnovo del CNEL fino a che non uscirà la sentenza.

“Questo primo atto – conclude il Consigliere Visconti – consente all’ XI° Consiliatura del CNEL di continuare il proprio lavoro, di organo di consulenza per il Parlamento e il Governo, così come previsto dall’articolo 99 della Costituzione Italiana ed in una composizione maggiormente rappresentativa e pluralista del mondo lavorativo Italiano.”

 

Articoli simili