Si è svolto, nella giornata di ieri 5 aprile presso il Ministero delle Imprese e del Made in Italy, il Tavolo di confronto sulle politiche agroindustriali presieduto dal Ministro delle Imprese e del Made in Italy, sen. Adolfo Urso, e dal Ministro dell’agricoltura, della sovranità alimentare e delle foreste, on. Francesco Lollobrigida.

 

Confintesa, attraverso l’intervento del Presidente Massimo Visconti, ha espresso il suo supporto ed appoggio alla strada intrapresa dal Governo, a partire dall’ abbinamento tra Impresa Made in Italy ed Agroalimentare, utile per far sentire agli imprenditori agricoli italiani la vicinanza del Governo ad una categoria che troppe volte nel passato è stata sacrificata sull’altare di interessi stranieri.

 

Continua Visconti: “ E’ essenziale ribadire il concetto di sovranità alimentare per combattere le contraffazioni e la presunta predominanza di imprese straniere che hanno penalizzato quelle italiane attraverso controlli e sinergie con altri Ministeri interessati come Interno e Politiche del Lavoro; intensificare i controlli per dichiarare guerra ai falsi prodotti italiani e insistere sulla descrizione sulle etichette degli alimenti dove venga specificata la provenienza della materia prima.”

La riflessione verte poi sulle condizioni del lavoratore del settore agroalimentare: “Combattere il caporalato che non colpisce solo i lavoratori stranieri ma anche quelli italiani e penalizza le imprese che assumono regolarmente e che hanno dei costi di produzione più elevati rispetto a chi utilizza metodi di reclutamento illegali. Anche qui è necessario intensificare i controlli con sinergie tra forze dell’ordine e Ispettorato del Lavoro.”

 

Conclude: “Agroalimentare non è solo Economia ma anche Cultura, come ha detto la Presidente Meloni nei giorni scorsi. Se il Governo attuerà questo principio Confintesa sarà dalla sua parte.”

Visualizzazioni: 1

Articoli simili