Il Vicesegretario Nazionale di Confintesa Sanità Alessio Minadeo e il Coordinatore
Nazionale degli OSS Marco Cavallaro, hanno incontrato la Segreteria del Ministero della Salute (dott.sse
Vinci, Camarda, Rinaldi, Ferraresi) sul tema della legislazione riguardante la figura dell’OSS.

Innanzitutto, è stata chiesta da Confintesa Sanità l’attuazione del DL. 73/2021 che colloca l’OSS in area
sociosanitaria, norma che nella realtà viene del tutto disattesa dalle Aziende Pubbliche ed accreditate, è
stata chiesta la creazione di un Registro Nazionale degli OSS per uniformare la formazione regionale e
soprattutto per fare chiarezza sul ruolo di questa figura nell’organizzazione del SSN.
Infine, è stato fatto notare come la presenza di ausiliari ed OTA (figure ad esaurimento) ancora
dipendenti delle strutture pubbliche vada ad inficiare i numeri dei contingenti OSS effettivamente
presenti in organico, a discapito dell’organizzazione del lavoro e dell’assistenza diretta all’utenza: la
proposta di Confintesa Sanità è quella di “forzare” la verticalizzazione di queste figure con un passaggio
di area che possa portare una boccata di ossigeno agli OSS in servizio.

Minadeo e Cavallaro si sono detti soddisfatti dall’incontro ed hanno sottolineato come una politica
sindacale costruttiva e propositiva possa essere d’aiuto, come nell’incontro di oggi, per un
risollevamento di un SSN ormai solo sulla carta competitivo a livello internazionale.

Visualizzazioni: 568

Articoli simili