“In vista delle prossime elezioni europee, Confintesa desidera sottolineare l’importanza cruciale di questo appuntamento elettorale che potrebbe segnare un significativo cambiamento nella direzione politica dei 27 Paesi membri dell’Unione Europea”.

Lo dichiara Francesco Prudenzano, Segretario Generale di Confintesa in merito alle prossime elezioni Europee che potrebbero portare a sostanziali cambiamenti per tutti i Paesi membri.

“Questo momento rappresenta una speranza concreta affinché si possa finalmente realizzare la famosa e tanto declamata Europa dei Popoli, ponendo fine al predominio dell’Europa delle Banche e delle lobby finanziarie che ha finora condizionato le politiche nazionali e comunitarie.

Confintesa continua Prudenzano – auspica che un cambiamento dei parametri di riferimento per la costituzione della nuova Commissione Europea possano portare all’adozione di una politica fiscale unica. Questo è fondamentale per evitare che le imprese lascino i Paesi in cui sono cresciute e dai quali hanno ricevuto incentivi economici trasferendosi verso i cosiddetti paradisi fiscali, con conseguenti danni per le economie nazionali e la conseguente perdita di posti di lavoro.

Un altro aspetto molto importante per la ripresa di tutte le economie Europee è il principio della Partecipazione dei lavoratori alla gestione e agli utili d’impresa. Questo principio rappresenta la risposta ai cambiamenti che le nuove tecnologie stanno portando all’interno delle società e all’interno delle imprese oltre che modernizzare i rapporti tra sindacati e imprese.

Inoltre, riteniamo essenziale che vengano introdotte politiche del lavoro più uniformi e coerenti a livello europeo. Questo è indispensabile per contrastare la fuga dei giovani italiani che, dopo aver completato i loro studi nel nostro Paese, sono costretti a cercare migliori opportunità all’estero a causa di condizioni lavorative e remunerative più vantaggiose.

Se le prossime elezioni non porteranno a nessun cambiamento sostanziale, sarà evidente che l’unità europea tanto proclamata resterà un concetto puramente teorico, privo di concretezza e realizzazione pratica.

Confintesa – conclude Prudenzano – continuerà a battersi per un’Europa più giusta e solidale, dove i diritti dei cittadini e dei lavoratori siano finalmente posti al centro delle politiche comunitarie”.

Visualizzazioni: 198

Articoli simili