Si è svolto, nella giornata di ieri 22 marzo, presso il Ministero delle Imprese e del Made in Italy, il Tavolo di confronto tra il Governo, i sindacati e le federazioni di categoria, presieduto dal Ministro Sen. Adolfo Urso ed incentrato sullo sviluppo delle imprese e del made in Italy nel settore della Chimica.

Vari i contributi proposti, per Confintesa il Segretario Generale Francesco Prudenzano ha offerto la sua riflessione sull’opportunità di un rinnovamento che parta dal lavoratore e dalla sua tutela contrattuale. Di seguito un estratto:

“Occorre uno stimolo per recuperare le posizioni perdute, nel rispetto della transizione ecologica, senza penalizzare lo sviluppo dei livelli occupazionali. Il contributo sindacale può investire diversi aspetti tra i quali quello dell’evoluzione dei modelli contrattuali, puntando a uno sviluppo dinamico delle regole che coniughi la tutela dei lavoratori con l’efficienza e l’efficacia del lavoro. In questo senso, crediamo al principio di cooperazione e non quello di contrapposizione. Su questa base Confintesa è disponibile, contando sulla sensibilità delle imprese, con l’unione di questo Ministero e il Governo tutto, per arrivare insieme a raggiungere il salto di qualità che la modernità e l’evoluzione del settore della Chimica richiede.”

Visualizzazioni: 1

Articoli simili