“Confintesa esprime preoccupazione per un fenomeno crescente e allarmante nel panorama lavorativo italiano: l’abbandono precoce dei posti nella Pubblica Amministrazione (PA) da parte dei giovani che, pur avendo superato le selezioni per essere assunti, dopo pochi mesi lasciano il posto di lavoro pubblico. Questa tendenza mette in discussione la tradizionale percezione del lavoro statale come garanzia di sicurezza e stabilità”.

Lo dichiara Francesco Prudenzano, Segretario Generale di Confintesa, in merito al fenomeno dilagante della “fuga” dei giovani dalla Pubblica Amministrazione.

“Nonostante la promessa di stabilità, gli stipendi offerti dal settore pubblico spesso non bastano a garantire una qualità di vita adeguata, specialmente in un contesto economico caratterizzato da costi della vita in continua crescita specialmente nelle grandi città. La prospettiva di una carriera sicura ma statica – p

rosegue Prudenzano – non soddisfa più le aspettative dei giovani, che devono affrontare spese quotidiane e desiderano costruire un futuro solido per sé e le proprie famiglie.

Ma Il problema economico è solo la punta dell’iceberg. I giovani cercano qualcosa di più di una semplice sicurezza finanziaria: vogliono un ambiente lavorativo stimolante, con opportunità di crescita personale e professionale, e che valorizzi le competenze individuali, esigenze, queste, che la Pubblica Amministrazione, percepita come burocratica e resistente al cambiamento, non riesce a garantire.

I giovani sono frustrati da processi decisionali lenti, un’organizzazione inefficiente e poco meritocratica, e dalla mancanza di riconoscimento delle loro competenze. Questo li spinge a cercare opportunità altrove. Il posto fisso, un tempo simbolo di stabilità e sicurezza, ora per i giovani, sembra essere un traguardo secondario e guardato con fastidio.

Il Governo – conclude Prudenzano – deve affrontare queste sfide riconsiderando la gestione delle risorse umane, introducendo maggiore flessibilità, meritocrazia e percorsi di carriera.

Senza cambiamenti significativi nel sistema, il lavoro nella PA non attira più i giovani, che cercano stabilità e sicurezza altrove.

Il Governo italiano deve riformare il sistema per renderlo più attraente e sostenibile e deve farlo il prima possibile”.

Di seguito offriamo uno stralcio dell’intervista del Segretario Generale di Confintesa, Francesco Prudenzano, sull’argomento: 

Visualizzazioni: 441

Articoli simili