Per evitare un autunno pieno di licenziamenti bisogna innovare i contratti non solo rinnovarli

“Mentre il Presidente di Confindustria Lombardia, Marco Bonometti, preannuncia licenziamenti in autunno quando sarà tolto il blocco dei licenziamenti, il Governo sembra più preoccupato a garantire la buonuscita ai Benetton che a studiare soluzioni per evitare uno tzunami sociale che ipotizza un milione di disoccupati in più tra due mesi” Lo dichiara Francesco Prudenzano Segretario Generale di Confintesa in merito alle dichiarazioni rilasciate dal Presidente di Confindustria Lombardia nel corso dell’evento “Innovation days- La Lombardia che riparte”, organizzato dal Sole 24 Ore. “Condividiamo le preoccupazioni del Presidente Bonometti anche per quanto attiene i rinnovi contrattuali aggiungendo che più che rinnovare bisogna innovare. Confintesa – continua Prudenzano – si batte da tempo per una revisione di tutto il sistema che regola i rapporti di lavoro e soprattutto per ottenere innovazioni in campo di attività di formazione professionale, di flessibilità dell’orario di lavoro, di tipologia contrattuale e di composizione del salario introducendo il principio sancito dalla nostra Carta Costituzionale della partecipazione agli utili dei lavoratori. Il solo rinnovo – conclude Prudenzano – sic et simpliciter non basta e soprattutto non serve alle imprese e all’economia per far ripartire il Paese”.   

Recommended For You

About the Author: Manuela Teti

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.